DORIA: L'ARTE DEL CAPPELLO








Inizio facendo una premessa, la mia più grande passione per quanto riguarda l'abbigliamento uomo è il cappello, capirete quindi quanto mi ha lusingato ed elettrizzato essere stato invitato da Doria al Pitti uomo 2015, purtroppo per motivi logistici quest'anno mi è stato impossibile presenziare alla manifestazione, ho comunque seguito l'evento virtualmente e oggi vorrei appunto parlarvi di questa magnifica realtà che rappresenta Doria!
“Abbiamo iniziato con i berretti e oggi produciamo dal Fedora al Trilby, compresa la coppola in versione patchwork e le cholas, cappelli a forma di bombetta originari della Bolivia” – spiega Alessandra Maregatti, direttore e stilista dell’azienda pugliese.
Doria nasce a Maglie in Salento nel 1905  inizialmente era appunto un piccolo laboratorio sartoriale specializzato in berretti e abbigliamento, il tempo passa e l'azienda cresce, modifica e si amplia divenendo uno dei nomi più rappresentativi del Made In Italy.
Oggi il nome Doria è divenuto sinonimo di qualità e prestigio in tutto il mondo.
D1905_Pitti_ENGQuest'anno l'azienda festeggia 110 anni con una capsule collection di tre modelli esclusivi, prodotti in 1.905 esemplari. Si tratta di una coppola, moderna e sfilata, e del celebre Drop hat in feltro e finitura in velour, sia nella variante maschile che in quella femminile, ad ala media e ad ala larga, presentati in un elegantissimo scrigno color cacao con il blasone dorato 110.
In italia, sono 5 i punti vendita Doria sparsi nel territorio, che da poco ha anche iniziato una collaborazione con  Dormeuil rinomato lanificio francese per la realizzazione di un prodotto su misura e personalizzabile.




Nessun commento:

Posta un commento

SCRIVIMI :

MENATLIVE@GMAIL.COM